Report from the meeting with the young capeverdians in Roma – Italian

November 3rd 2009
Report “percettivo” sulla riunione con i giovani capoverdiani residenti a Roma.
Il report è stato preparato dai ragazzi che hanno partecipato all’incontro, è la testimonianza di quanto percepito da loro. L’incontro ha voluto rappresentare un primo momento di conoscenza tra le persone coinvolte dal progetto e una presentazione delle attività previste e dell’apporto dei ragazzi.
1° riunione per il Progetto fra le 5 associazioni a Roma, casa di Ireneo e Angela Spencer
(via A. Cencelli, 90) il giorno 3 novembre 2009 alle 18:30.

Presenti:
Angela Spencer (presidente del progetto da parte dell’Omcvi)
Ireneo Spencer (referente giovani capoverdiani a Roma)
Marcello Mariuzzo (coordinatore associazione Lunaria)
Matteo Micalella (coordinatore multimedia e tecnologia, ass. Lunaria)
Giulia Cortellesi (antropologa, seguirà con Irineo i temi dei ragazzi da portare avanti nel progetto, ass. Lunaria)
Francesco Diasio (associazione Amisnet. Si occupa dell’audio-video e la radio)
Marzia Coronoati (ass. Amisnet Si occupa del programma radiofonico)
David
Susan
Willy
Jennifer
Alessio
Erik
Nelly

All’inizio della riunione ci son state le varie presentazioni dei partecipanti in breve di cosa fanno nella vita e sul perché si ritrovano a partecipare a questo progetto.
è stato realizzato e progettato l’anno scorso dall’associazione Omcvi e Lunaria e presentato all’ONU a Bruxelles che l’ha accettato.

PRESENTAZIONE PROGETTO:
è partito a settembre. Ne fanno parte 4 associazioni e 1 cooperativa: Omcvi, Lunaria, Amisnet, AJS (Associazione giovani solidali di sao Nicolau) e Binario Etico.
Il progetto consiste nel creare un centro multimediale (Internet point più laboratorio informatico) nell’isola di Sao Nicolau, precisamente a Vila da Ribeira Brava. In più si costruirà un sito internet adatto, dove poter inserire tutti i temi di cui vogliamo trattare ed altre informazioni che ci interessano; inoltre ci sarà la possibilità di creare una nuova stazione radiofonica con un suo programma specifico che si potrà poi collegare ad esempio alla radio capoverdiana già presente qui a Roma (Radio Beleza la domenica alle 14:00).
Questo progetto ha come referenti i collaboratori dell’associazione ed in più è prettamente indirizzato ai giovani capoverdiani naturali e di 2° generazione (10 che si vivono a Sao Nicolau e 8 che vivono a Roma referenti delle varie isole di Cabo Verde) più 2 ragazzi italiani, per poter rendere il progetto più eterogeneo fra i paesi delle associazioni presenti.
Da parte dei referenti saranno lanciati degli strumenti per quanto riguarda i contenuti campo libero all’immaginazione dei ragazzi e i temi che gli interessano in primo luogo e di cui vogliono parlare e trattare. (es. Cosa significa essere Migranti? Ci definiamo tali essendo molti nati in Italia?…) Saremo noi tutti i protagonisti!
Il sito sarà gestito da noi in Italia e dagli altri ragazzi a Cabo Verde.
Ci sarà nel frattempo un confronto con i ragazzi che vivono a Cabo-Verde ed i loro temi e le loro visioni. Infatti ci sarà uno scambio culturale fra i due luoghi, 10 ragazzi capoverdiani verranno a luglio a Roma (e saremo noi a decidere dove portargli, cosa mostrargli del nostro mondo, ecc) e 10 ragazzi dall’Italia andranno ad agosto a Sao Nicolau (idem). 10 giorni ogni gruppo.
Si faranno 2 video del lavoro fatto nei mesi di Marzo e a seguire (sia a Roma che a Sao Nicolau) e infine 1 filmato dell’esperienza condivisa dei 20 giorni tutti insieme fra Roma e Sao Nicolau.
Inoltre l’obiettivo del progetto è insegnare ai ragazzi che vivono in Italia come usare il nuovo programma Linus e aggiustare parte dei computer così da poter insegnare a loro volta ai ragazzi a Sao Nicolau una volta che ci troviamo sul posto. Infatti a marzo inizieranno qui a Roma 2 corsi di formazione, uno per le tecnologie generali di tecnici informatici, l’altro sui programmi radiofonici; ogni corso avrà la durata di 12 ore per un totale di 24 ore per entrambi.
Questo, insieme alla prospettiva di creare un progetto che poi si potrà sostenere da solo e continuare con la trasmissione radio, il centro informatico e laboratorio (il mediacenter rimarrà a Sao Nicolau) e il sito. Quindi far sì che poi lo continuiamo ad aggiornare e a portare avanti.

A fine settembre c’è stato il primo incontro a Sao Nicolau, con i soci del JS e i referenti delle associazioni che partono dall’Italia. L’incontro è andato bene ed hanno fatto vari incontri: il sindaco, il Presidente della Repubblica e il Ministro della Salute. Mentre qui a Roma avevano già incontrato l’ambasciatore capoverdiano. Hanno tutti approvato il progetto.
Ora i giovani di Sao Nicolau stanno sistemando la sala dove avverrà questo centro multimediale con i progetti di Ireneo per quanto riguarda il mobilio. 2 ragazzi dell’associazione JS si intendono già di alcune tecnologie di internet.
La prima riunione invece aveva lo scopo di presentare il progetto e di parlare del sito internet.
Per quanto riguarda quest’ultimo si è deciso di utilizzare un Software libero trashware (e non uno reimpostato come ad es. Windows), questo per evitare situazioni spiacevoli come ad es. che si rompa il computer e bisogna spedirlo fuori Capo Verde per aggiustarlo. Con il software libero e i giusti tecnici si può fare sul posto. Poi perché con questa scelta non c’è bisogno di pagare per avere la licenza Windows ed altri operatori. Inoltre si può fare un sito con la lingua del posto (creolo) invece che solo le lingue tradizionali. è un mix con l’impatto ambientale, sociale ed economico.

Il primo quesito è trovare un nome del sito così da poter fare il dominio. Ci sono già delle proposte da parte dei giovani di Sao Nicolau ma ancora non sono convinti, dobbiamo trovare pure noi delle idee.
Poi bisognerà decidere se fare un sito in Creolo o in Portoghese. Aldilà che avrà la traduzione corrispettiva anche in italiano per le associazioni di qui.
Per quanto riguarda i computer che saranno inseriti nel centro multimediale, dalla prossima settimana fino a fine dicembre si avvierà una campagna in tutti i negozi tecnologici e altrove su computer abb. moderni che vengono dati via per problemi futili (es. si rompe l’alimentatore si cambia computer invece di aggiustarlo). Così poi li mandiamo a Sao Nicolau, l’idea è di portare computer buoni e non scadenti.
Stanno preparando delle locandine che volendo a dicembre alla riunione possiamo prendere pure noi per pubblicizzare il progetto e ricavare computer. L’obiettivo è quello di dimostrare all’Onu che si può far un progetto di questa portata senza costi troppo elevati.

Fine Novembre bisogna avere pronto la base del sito.
Il centro sarà installato a fine gennaio 2010.
Il progetto avrà termine a fine gennaio 2011. Ci sarà la presentazione a Roma, a Capo Verde e infine a Bruxelles.
Prima di marzo dove inizieranno i corsi ci dovremmo vedere almeno un’altra volta per poter definire un po’ di contenuti del sito così si avvia e n modo che Marzia ci dia le prime informazioni e basi su come funziona un programma radiofonico (la loro stazione radiofonica sta a Casal Bertone). La prossima riunione è fissata per la prima settimana di dicembre. Data da destinarsi. Per questo è richiesto di mandare le proprie disponibilità e di venirci incontro così da poter esser tutti.
è stato richiesto di prendere il progetto seriamente e con impegno anche perché non ci richiede molto, quindi aldilà dei propri impegni personali di ogni tipo di far tutto per esserci. La fascia oraria dell’incontro sarà dalle 18:00 alle 21:00 max, per poter venire incontro a tutti.
Semmai ognuno dica i giorni che proprio non ci può essere cascasse il mondo!
Inoltre bisogna mandare un e.mail con le proprie disponibilità per i corsi che si terranno a Marzo.
Forza!! Crediamoci a questo progetto che se viene bene, possiamo con il tempo aprirlo ad altre cose o luoghi.

Assenti:
Paola Almeida
Edoardo Pugliese
Sofia Pugliese
Willes Fortes

Tags: ,

avatar

No comments yet.

Leave a Reply